Mirabolanti avventure alla ricerca del vinile perfetto in Olanda

Olanda on Vinyl

Da un po’ di tempo a questa parte anche io non riesco a controllare l’irresistibile richiamo del vinile e quando sono in viaggio la mia mania dei vinili si trasforma in una mania di ricerca di negozi di dischi.

Ogni volta che entro in un negozio di dischi vivo delle avventure nuove e quando, una volta tornato a casa, mi ritrovo fra le mani un disco che ho acquistato durante un viaggio, la storia del disco si fonde con quella del negozio dove l’ho acquistato e con le persone con cui ero, con gli stati d’animo, i ricordi e le sensazioni di quel posto.

Sono da poco stato ad Amsterdam, la terra perfetta per mirabolanti avventure a caccia di vinili.

Di negozi di dischi in Olanda ne esistono tanti perché di vinili ne girano tanti.
Conservati in sacchetti sottovuoto da scrupolosi audiofili o vecchi oggetti puzzolenti prelevati da chissà quale cantina ed ammassati in qualche bancarella nei mercatini di antiquariato, da quelle parti è ben chiaro a tutti che i vinili sono oggetti da collezione.

Una mattina mio fratello, che vive lí, mi ha detto che dietro casa sua c’era un negozio dove voleva portarmi.

SONY DSC

Arrivati lì davanti c’era un vecchietto seduto con alcuni scatoloni di vinili accanto.
Tanta robaccia ma anche qualcosa di buono tipo Imagine di John Lennon, dischi di Boney M o le colonne sonore di Hair o Jesus Christ Superstar.

Dopo aver frugato un po’ gli ho chiesto quanto venivano.
“Un euro l’uno” mi risponde. “UN euro?”
“Yes, 1 euro each”
.
‘Beh allora qualcosa la posso prendere!’ Ho pensato.

C’era anche un interno del negozio, che più che altro era uno sgabuzzino strapieno di vinili chiuso con delle cassette della frutta.

– “E’ chiuso il negozio?”
– “No è aperto ho solo paura che esce il gatto”.dice il vecchietto.

Il gatto è l’altro socio del negozio.

IMG_3404

“Entra e guarda quello che vuoi, se il gatto ti rompe spostalo via. Per il resto rivolgiti a me”.
Detto questo il vecchietto è tornato fuori dulla sua sedia lasciandomi da solo.

Lì dentro ho visto cose fantastiche.

Sono andato via prendendo Imagine di Lennon ed il doppio Jesus Christ Superstar ad un euro e Larks Tongue in Aspic a 3.

Appena uscito stavo già pensando a quando ci sarei tornato, anche perché avevo trovato Uncle Meat di Frank Zappa che li per lí non ho avuto il coraggio di prendere, ma che, a pensarci bene, volevo assolutamente.

foto

Solo quando sono tornato ho capito come funziona:

Il negozio è aperto solo il fine settimana (la prima volta ero stato fortunato perché era sabato), gli altri giorni devi bussare e sperare che lui sia dentro.

La prima volta, con Lady SHRC, mi è andata male.

O meglio, il gatto c’era ma non voleva aprirmi.

img_3398

Ci sono tornato più tardi e vecchietto e gatto stavano mangiando.

Ho chiesto scusa dicendogli che se voleva potevo passare più tardi ma da buon olandese, educato e con un senso innato ma non fastidioso degli affari, mi ha detto che non c’era alcun problema.

Come al solito dovevo stare attento al gatto.
Mio fratello, un altro, ne ha approfittato per fare qualche foto.

img_9236

img_9237

Alla fine la spesa è stata Uncle Meat ed una raccolta dei Doors.

Per il vecchietto 3 euro più 35 faceva 30 euro e tanto li ho pagati.

________________________

Il bottino:

Direi di potermi ritenere soddisfatto della caccia:

Imagine di John Lennon e la colonna sonora del film Jesus Christ Superstar (doppio album ad un euro!) presi all’esterno ad un euro ciascuno, Larks’ Tongue in Aspic dei King Crimson pagato 3 Euro e classificato Poor per gli audiofili ma perfettamente funzionante e con un biglietto di auguri di buon compleanno in olandese attaccato sul retro e datato 22 giugno 1973!

Cal, la colonna sonora dell’omonimo film di Mark Knopfler a 3 Euro (anche se al ritorno ho scoperto che ne avevo un’altra copia in stato di conservazione migliore); Uncle Meat, splendido doppio album comprensivo di booklet di 12 pagine interamente a colori di Frank Zappa (prezzo originario 35 euro ma prendendolo in mano è lampante che li vale tutti) e The Doors – Star Collection, una raccolta postuma economica della band di Jim Morrison (prezzo originario anche qui 3 euro ma alla fine regalatami dal vecchietto del negozio.

Il giorno prima ero stato anche da Good Velvet Music, altro negozio di Amsterdam dove avevo preso Yessongs degli Yes, il triplo vinile live più fortunato e venduto della storia, pagato di seconda mano € 8,50.

Lady SHRC davanti al negozio, sì il disco è proprio lì dentro

Lady SHRC davanti al negozio, sì il disco è proprio lì dentro

Sabato scorso è stato il compleanno di Skylyro e l’album dei Doors l’ho regalato a lui.
Auguri ancora vecchia quercia!

________________________

Any Old Time, questo è il nome del negozio, ha anche un proprio sito internet.

Qui ci sono tanti altri negozi di dischi disseminati per il mondo.

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Rispondi
    skylyro 10 luglio, 2013

    Grande SHRC, grazie dell’LP e degli auguri naturalmente! Che bella sorpresa!! 🙂

    • Rispondi
      saluzzishrc 10 luglio, 2013

      Grande Skylyro, in realtà era per vedere se arrivavi fino alla fine del post 🙂
      Dai scherzo, è ancora poco per uno dei lettori “non virtuali” più assidui di questo blog. A presto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: