Posts in Category: Inattuale Attualità

RSD2015: Guida alle uscite PARTE 2

COLONNE SONORE – VINILI ITALIANI – REGGAE & JAMAICAN – JAZZY AND OLDIES

rsd 2015 aMBASSADOR

Come dicevo già nel PRIMO POST dedicato al Record Store Day, quest’anno l’elenco dei dischi in programma è così ampio da meritarsi più di un post.

Questa seconda parte della guida è a tema ed analizza le uscite preparate per l’occasione e dedicate alle Colonne Sonore di film, alla Musica Italiana, a quella proveniente dalla Giamaica, al Jazz e la musica “Oldies”.

Non mi perdo in chiacchiere ed subito con:

Il Buono, il Brutto e il Vinile

ovvero le colonne sonore in preparazione per il Record Store Day 2015:

Morricone - Il mio nome è nessuno

  • Ennio Morricone – Il mio nome è nessuno (LP Vinile Arancione, 500 copie)

Record Store Day 2015: Guida Ragionata alle uscite ROCK!!!

Record Store Day 2015 shrc

Anche quest’anno il terzo sabato del mese di aprile ha un nome molto famigliare ai vinilomani: RECORD STORE DAY.

La giornata è dedicata ai negozi di dischi indipendenti che hanno un grande ruolo nella diffusione della cultura dei vinili, ruolo che però molto spesso non gli viene riconosciuto.Dal 2008, quindi, l’evento tenta di dargli un po’ di visibilità facendo uscire delle edizioni speciali di dischi appositamente per l’occasione ed incentivando raduni, eventi ed altre iniziative volte a tener vivo l’interesse per il supporto che a noi piace tanto.

Da quando seguo personalmente l’RSD, questo è l’anno con l’elenco delle uscite più ricco, per cui il solito post che ho già fatto gli anni scorsi non mi basta.

A questo primo articolo che parla delle uscite ROCK programmate per il Record Store Day 2015, dunque, seguiranno altri post nei prossimi giorni pieni di sorprese (qui c’è il SECONDO).


 GLI IMPERDIBILI!!!!!!

Soft Machine – Wonderland (Lp 180 g – 500 copie)

Soft machine Wonderland RSD 2015

Vinile Perfetto Magazine: Gennaio 2015

Photo of The Day - Gennaio SHRC 03

Facebook e G+ sono mezzi che ha tantissimi vantaggi social e che stanno regalando diverse soddisfazioni nell’interazione con questo blog. Hanno però anche un grande difetto che è quello della memoria. Tutto il lavoro fatto ha la durata massima di 2-3 giorni e poi di fatto scompare in un indefinito oceano di post nel quale si perde.

Questi tempi sono un po’ troppo veloci per noi vecchietti abituati a pensare in anni, se non in decenni, ed a volte anche in secoli 🙂

Riepilogo in questo post, quindi, e spero di poterlo fare regolarmente, le cose che ho postato sulla pagina di Alla Ricerca del Vinile Perfetto su Facebook e sul profilo SHRC di Google+ nel mese di Gennaio 2015. Il resoconto inconsciamente non é altro che un magazine con le cose più interessanti sul mondo del vinile e su quello della musica in generale.

Riflessioni sul 2014 appena concluso

vINILI sTRANI

Gennaio è il periodo in cui in genere si fa il punto sull’anno precedente ed anche quest’anno è un anno di trionfo per i dischi in vinile che crescono esponenzialmente sia in numero di pezzi venduti che in persone coinvolte!

I Migliori Album del 2014 – La Classifica

Classifica migliori album 2014 finale

Quest’anno c’eravamo promessi con Skylyro di pubblicare in contemporanea la classifica dei migliori album ognuno sul proprio blog e lui, che è un esperto di Seo – il posizionamento nei motori di ricerca -, e di Avao, altra tecnica nota solo agli iniziati, mi ha fatto notare che “dopo er 23 su Internet non ce va più nessuno, stanno tutti a magnà er panettone” (i nostri post sarebbero scritti così se non ci fosse differenza tra lingua scritta e lingua parlata).

D’altronde con i tempi dell’informazione di oggi per fare un resoconto dell’anno mica si può aspettare che l’anno finisca (se poi esce un bel disco la prossima settimana: ottimo, faremo un altro post!).

Et voilà, ecco quindi in fretta e furia, il post dei migliori album usciti nel 2014 secondo il blog Alla (costante) Ricerca del Vinile Perfetto.

Vinili Sotto l’Albero – Regali di Natale 2014

Babbo Natale ed i Vinili 2014 regali natale musicale

Visto l’avvicinarsi delle festività natalizie e visto il successo del post dello scorso anno che dava consigli per fare un regalo gradito al vinilomane incallito che abbiamo dentro casa o tra i parenti più stretti, ecco la guida 2014 sui regali di Natale musicali di SHRC.

Ho volutamente omesso i grandi successi mainstream che potete facilmente trovare facendo un giro su ITunes o su Amazon (o dove volete voi) e mi sono soffermato su dischi un po’ più di nicchia.

Partiamo:

Prete Liprando e il giudizio di Dio

Enzo Jannacci

“Landolfo, cronista del Millecento, ci ha tramandato uno dei fatti più importanti della storia del Comune di Milano: “La Cronaca del giudizio di Dio”, protagonista prete Liprando. Noi l’abbiamo musicata con un certo impegno e la dedichiamo a tutti quelli – e sono tanti – che pur essendo testimoni di fatti importantissimi e determinanti l’evoluzione della civiltà, neanche se ne accorgono!” (Enzo Jannacci e Dario Fo, 1965)

Il Mago di Segrate

Mago di Segrate

Ormai mi sveglio la mattina ed una mail mi informa che ho scritto un post sul mio blog di cui non ne sapevo niente.

Non appena perfezionato il numero della pubblicazione di post a mia insaputa (quelli pubblicati finora hanno ancora il vago sapore di Spam) potrò finalmente dedicarmi all’esperimento di lievitazione fuori dal balcone, come il Mago di Segrate.

Scherzi a parte, qualche giorno fa ho installato alcuni plug-in di WordPress, uno dei quali ha il simpatico effetto di pubblicare post da solo senza dire niente.

Pensavo di averlo individuato ma stamattina è successo di nuovo.

Scusate sto lavorando per risolvere il problema.

Record Store Day 2014 – La guida alle uscite discografiche

RSDCOM2010vector

Puntuale come ogni anno, il prossimo sabato 19 aprile torna il Record Store Day, la giornata mondiale dei negozi di dischi indipendenti.

E puntuale come ogni anno torna la guida “pre” Record Store Day con le uscite per cui vale la pena il prossimo sabato farsi un giro in qualche negozio di dischi della propria città alla ricerca del Vinile Perfetto.

A questo proposito, se abiti a Roma o a Torino, l’elenco dei negozi di dischi più aggiornato lo trovi sul questo sito. Per tutte le altre città, controlla sul sito ufficiale del Record Store Day italiano quali negozi di dischi hanno aderito all’iniziativa.

Ma vediamo che cosa bolle in pentola:

1 – Vinile all’Italiana!

Vinyl made_in_italy

100 di questi post!

Cartellac_45_1

Sono passati quasi due anni da quando l’autore di questo blog decise di intraprendere il percorso che lo avrebbe accompagnato, suo malgrado, in luoghi fantastici.

Il viaggio, come prevedibile, è iniziato nei territori a lui più congeniali battendo in lungo ed in largo la tanto amata (ma allo stesso tempo tanto ancora poco conosciuta) Canterbury, scoprendone i suoi campioni di volta in volta estratti a sorte e tirati a lustro per l’occasione: I Soft Machine (disturbati sistematicamente per ben 15 volte), Robert Wyatt (delle cui gesta se n’è parlato per 13 volte), I Gong (10), Steve Hillage e Kevin Ayers (tirati fuori dall’armadio 8 volte cadauna), Daevid Allen (5) e poi, all’occorrenza, Hugh Hopper, i Camel, i Caravan, Pierre Moerlen e chi più ne ha più ne metta.

Trovandosi già da quelle parti ed avendo a disposizione tempo e spazio (purché non fossero superati i 600 caratteri, come ogni buon manuale di posizionamento su Google insegna) l’autore sovente si è prodigato in altre proficue battute di caccia vinilica là intorno.

persianceiling2-web

Ritratto di famiglia (Gong at Herrouville)

gong at herrouville

Una sera d’estate di 42 anni fa. Christian Tritsch, Kevin Ayers (con la scodella in testa), Gilli Smyth, Daevid Allen, Sam Wyatt, Pip Pyle (il patrigno di Sam) e Didier Malherbe

Qualche giorno fa nella sezione news del sito ufficiale dei Gong è apparsa questa foto del gruppo con Kevin Ayers ed il piccolo Sam Wyatt (figlio di Robert) accompagnata dalla seguente nota:

This wonderful photograph of Gong recently surfaced and has been around on the fleece-book. I thought it was high time to try and flesh it out a bit. It was taken by Robert Wyatt’s brother, photographer, Mark Ellidge, in the gardens of the Chateau d’Herrouville in the Val d’Oise, North East of Paris where ‘Camembert Electrique‘ was recorded. The Chateau later became famous as Elton John’s ‘Honky Chateau’, where both that album and his ‘Goodbye Yellow Brick Road’ were recorded. Among many other albums of note recorded at the Chateau’s studios were, Floyd’s ‘Obscured By Clouds‘, ‘The Slider’ by T Rex, Bowie’s ‘Pin Ups’ and Iggy Pop’s ‘The Idiot’.