Cassette Store Day ovvero Del ritorno delle Audiocassette

Cassette-2

Spinte dall’inarrestabile ritorno del vinile, si torna a parlare anche di audiocassette.

Sulla scia del Record Store Day, la giornata dedicata ai negozi di dischi indipendenti ed ai vinili, di cui abbiamo parlato diverse volte, da qualche tempo viene celebrato anche il Cassette Store Day, che quest’anno si tiene domani SABATO 13 OTTOBRE.

Lo scopo è quello di porre l’attenzione su questo supporto e per farlo è stata preparata una lista di più di 50 titoli nuovi di zecca stampati per l’occasione.

A differenza delle uscite realizzate per l’RSD mancano nomi di grande richiamo ma ciò non toglie che diversi artisti famosi stanno reiniziando a flirtare con le audiocassette.

Già nel 2015 per il Record Store Day uscì una edizione speciale di No Life Till Leather dei Metallica pubblicata solo su cassetta.

Metallica - Till Leather opt

Anche il nostro Tiziano Ferro lo scorso anno ha fatto uscire il suo ultimo album Il Mestiere della Vita su cassetta.

In questo post mi sono chiesto se nell’Anno Domini 2018 tutto questo abbia un senso e se le cassette possano avere lo stesso successo che stanno avendo i vinili.

Fabrizio De Andrè – 5 rarità in Vinile

Rimini Fabrizio De Andrè rarità vinile

Quest’estate in occasione dei 40 anni dall’uscita dell’album Rimini di Fabrizio De André è stata pubblicata una nuova edizione in tiratura limitata in CD accompagnata da un libro di 80 pagine. La cosa che colpisce subito di questa edizione è la copertina, molto più bella di quella originale.

A pensarci bene, l’immaginario visuale di De Andre è abbastanza povero: il pezzo di casa di Creuza de Ma, un indiano, immagine familiare negli anni 60 e 70 ma che oggi non suscita nulla, una specie di pulcinella di bella fattura ma esteticamente bruttino dei Concerti, una lunga serie di immagini in primo piano o di tre quarti del nostro Fabrizio, anche queste spesso poco aggraziate, e poco altro.

Per rendere omaggio ad un cantautore che invece da un punto di vista musicale ha sfornato alcune tra le pagine più importanti della musica italiana, ho pensato di ravanare nella sua discografia alla ricerca di vinili perfetti da pubblicare e ne ho trovati almeno 5 con copertine molto belle e che (probabilmente) non hai mai visto.

Black Album di Prince: Il vinile più caro mai venduto su Discogs

Lo scorso 5 giugno è avvenuto un piccolo grande evento per il collezionismo dei dischi in vinile. E’ stata venduta per 27.500 dollari una copia del Black Album di Prince attraverso il portale Discogs, la cifra più alta mai raggiunta da una transazione fatta su quel sito.

LA STORIA DEL BLACK ALBUM

Dopo il successo di Sign O the Times, Prince si preparava a lanciare il seguito per il Natale 1987. In accordo tra casa discografica e artista il disco sarebbe dovuto essere una sorpresa: nessuna campagna pubblicitaria e nessun singolo apripista…

I migliori SITI per l’acquisto di VINILI – La prova pratica 2018

A distanza di tre anni e mezzo da questo test ho fatto una nuova prova pratica per  trovare il sito più conveniente e quello più fornito per l’acquisto di vinili online. La curiosità era quella di vedere se fosse cambiato qualcosa rispetto al 2015. Posso dire subito che qualcosa è cambiato, eccome…

Dell’importanza dell’Impianto Hi-Fi

Hi-Fi

La musica è un’arte meravigliosa in virtù della quale perfino i più assuefatti professionisti provano ad ogni età nuove emozioni, motivi di stupore e ragioni d’apprendere.

Immateriale o quasi, quest’arte è tuttavia più diretta e penetra in noi più profondamente delle altre. Ma nessuna teoria ha potuto ancora dimostrare come e perché.

Tesori del Collezionismo Vinilico Italiano – Parte Due

L’ARTICOLO INIZIA QUI

Adriano Celentano – Con Eraldo Volonté & His Rockers

valori dischi vinile

Artista: Adriano Celentano Con Eraldo Volonté & His Rockers – Titolo: Rip It Up / Jailhouse Rock / Tutti Frutti / Blueberry Hill – Tipo: EP – Anno: 1958 – Etichetta: Music – N. Catalogo: EPM 10123

Artista: Adriano Celentano Con Eraldo Volonté & His Rockers – Titolo: Tell Me That You Love Me / The Stroll / Man Smart / I Love You Baby – Tipo: EP – Anno: 1958 – Etichetta: Music – N. Catalogo: EPM 10132

Collezionismo vinilico: I dischi italiani che valgono una fortuna

Leggendo la guida Vinil Valore mi si è riaccesa la passione per la musica italiana e i suoi tesori in vinile.

Tutt’altro che di nicchia, il mercato di vinili del nostro paese ha una lunga storia alle spalle e molti album dal valore non indifferente.

I dischi che vengono venduti ai prezzi più alti riguardano gruppi Progressive anni 70 sconosciuti ai più o colonne sonore di altrettanti film oscuri, ma anche i cantanti o gruppi più conosciuti hanno le loro gemme discografiche che valgono centinaia, se non migliaia, di euro.

Questo post è dedicato ai dischi di artisti italiani molto famosi che valgono una fortuna.

Franco Battiato – Vento Caldo/Marciapiede

Foto presa da qui

Artista: Franco Battiato – Titolo: Vento Caldo / Marciapiede – Tipo: 45giri – Anno: 1971 – Etichetta: Philips – N. Catalogo: 6025 031 (Disco mai commercializzato)

Vinil Valore – Una guida al valore dei dischi italiani

Recentemente ho preso una copia di Vinil Valore, una guida alle quotazioni dei dischi in vinile che vorrebbe fare per il mercato italiano quello che le guide di Goldmine e Record Collector fanno per i vinili di stampa americana e inglese.

Di una guida ai prezzi dei dischi italiani ce n’è veramente bisogno per cui ho riposto fin da subito molte aspettative sul libro.

Veganesimo Musicale

Foto presa da questo bel sito

È da un un po’ che ho in mente di tornare a scrivere sul blog.

Prima di ripartire ho pensato di farmi un giretto su internet per vedere cosa fosse successo di nuovo nel mondo dei vinili e mi sono imbattuto in questo articolo che per certi versi mi ha lasciato senza parole.

La tesi riportata è che il ritorno del vinile sia in definitiva un male per il pianeta terra perché, se già negli anni settanta non potevamo permetterci la produzione di dischi fatti di quel materiale cattivone che è la plastica, oggi siamo arrivati a livelli di inquinamento tale che il sistema dell’industria musicale non è più sostenibile.

Ogni vinile dunque è un pugnalata al nostro povero pianeta al contrario della musica in streaming, invece, che è un boccata di ossigeno per gli esseri umani in quanto immateriale e non inquinante.

Di avversatori del vinile ce ne sono sempre stati (ne parlavo in tempi non sospetti qui o qui) ma in questo caso parliamo di vero e proprio veganesimo musicale.

Rock e bambini – Dall’Altra Sponda

Isola Bella Progressive Italiano
Uno dei motivi per cui in questo periodo non scrivo quasi più sul blog è perché sono diventato papà.
Il problema non è soltanto che non ho il tempo materiale per dedicarmi alla musica e alla scrittura, il problema è che quando passi “dall’altra sponda” il tuo punto di vista immediatamente cambia.
E se prima ero un ragazzo dallo stomaco di ferro che non si scandalizzava di nulla, improvvisamente ho iniziato a vedere le cose con gli occhi della chioccia che deve salvaguardare i propri pulcini.