Voglio Vendere I Miei Vinili: Quanto Valgono?

valore vinili usati

I dischi in vinile sono tornati.

Tutti li ascoltano, tutti li amano e tutti li vogliono. Le loro quotazioni sono schizzate alle stelle e centinaia di collezionisti sono disposti a spendere migliaia di euro per acquistarli.

Allora,  dato il periodo di magra, che ne dici di prendere i dischi di nonno e di venderli? Magari quest’anno ci paghiamo le vacanze così…

Ma è proprio così?

La domanda più frequente nei gruppi Facebook di vinili è: ho degli album da vendere, quanto possono valere? Possiedo questo disco, mi aiutate a capire la sua quotazione?

In questo articolo vedremo brevemente cosa considerare quando si devono valutare dischi e quali risorse online possiamo utilizzare per conoscere il valore dei vinili usati.

I concetti di base del valore dei vinili

Partiamo da alcuni concetti che devono essere tenuti in considerazione quando si vuole valutare un disco.

revolver dei beatles disco che vale molto
1 Quale disco è

I dischi che valgono tanto sono quelli rari.

I dischi che hanno venduto milioni di copie difficilmente avranno un grande valore.

Faccio degli esempi

Se tra i dischi che volete vendere ci sono album come La vita è adesso di Baglioni, I miei americani di Celentano, le compilation di Sanremo o di Radio Deejay, i dischi più famosi dei Duran Duran, le edizioni da edicola della Fabbri o della Curcio sappiate che un collezionista non sarà disposto a spendere più di 5-10 euro per averli

2 L’edizione di un disco 

Ogni album è stato ristampato diverse volte. Non tutte le edizioni sono uguali.

Un conto è avere una copia di Revolver dei Beatles del 1966 magari comprata a Londra (la cosiddetta prima stampa). Un’altra è averne una copia italiana comprata negli anni ’80 (sarà una ristampa)

3 Lo stato di conservazione

Gli appassionati che spendono diversi eurini per i propri dischi li vogliono in perfetto stato di conservazione, sia per quanto riguarda la copertina che per il disco.

I tuoi dischi sono sporchi, strappati, macchiati, con i bordi spellati o gli angoli piegati, con scritte o adesivi sulla copertina, con righe e solchi sul disco? Sappi che questo diminuisce di molto il loro valore.

Quanto valgono i MIEI dischi?

In base a questi criteri veniamo ai dischi che volete vendere. Superano le prove sopra descritte? Se sì potrebbero avere un loro valore.  

Ripetiamo, qualora i dischi siano acquistati da uno zio non particolarmente appassionato di musica, magari adolescente degli anni ’80 che acquistava solo le hit del momento trattandole come freesbie (la situazione più comune), sarà molto difficile che questi dischi avranno grande valore.

Le cose cambiano qualora il nostro zio era adolescente negli anni ’60 (i dischi più vecchi se tenuti bene è più probabile che valgano di più), oppure se, indipendentemente da quando è nato lo zio, era un appassionato di musica e dunque ricercava delle chicche e le trattava con la dovuta cura.

lo zio amante dei vinili che conosce il valore vinili
Lo zio amante di vinili. Una volta feci anche un articolo sui dischi “de mi zio”

In questo caso potrebbero esserci anche album di un certo valore.

Il modo più semplice di valutare i nostri dischi se non abbiamo nessuna esperienza è quella di portarli in qualche negozio di dischi e farseli valutare.

Per farlo da soli senza consultare un’esperto allora si può usare Discogs, Il portale dei dischi in vinile.

discogs, sito per appassionati di vinili di valore

Registrandosi sul sito (è gratuito) è possibile catalogare la nostra collezione. Per ogni disco Discogs propone un valore di riferimento che può darci un’idea.

Le cose a cui fare attenzione sono molte. Innanzitutto dobbiamo cercare la esatta edizione in nostro possesso (per ogni album Discogs censisce centinaia di edizioni diverse il cui valore può andare dai pochi spiccioli alle migliaia di euro). È molto importante dunque trovare l’edizione corretta.

Una volta trovato, dobbiamo considerare che il valore proposto da Discogs è in base alla media delle vendite di quell’album sul marketplace del sito, cosa che non sempre è indicativa del vero valore del disco (ne avevo parlato anche qui).

Dove li vendo?

Il valore di un disco è un concetto ben diverso da quanto riusciremo a ricavarne dalla vendita. A seconda dei canali utilizzati il ricavo potrebbe essere diverso.

welcome to the jungle negozio di dischi
Li porto ad un negozio di dischi

Ammettiamo di avere 10 dischi da vendere e di portarli ad un negozio di dischi.

Il negoziante li deve comprare ma con il rischio di non riuscire a rivenderli. Senza contare che da questa operazione lui ci dovrà guadagnare (d’altronde quello è il suo lavoro).

In base ai dischi che gli portiamo lui potrebbe pensare di rivenderne facilmente 3 a 30 euro (sto dicendo dei numeri a caso ma la media è quella…).

Sulle vendite vorrà guadagnarci un terzo quindi 10 euro a disco.

In questo caso potrebbe offrirci 60 euro per tutti e 10 dischi (ovvero 6 euro a disco).

Questo è solo un esempio ma secondo me non si discosta dalla maggior parte delle vendite di dischi “generici” presso un negozio di dischi.

Se li vendi in blocco online

Potrebbe andare meglio se decidessimo di venderli direttamente al cliente finale, magari online. In questo caso il guadagno del venditore ce lo terremmo noi.

Non è una cattiva idea, dunque, andare in uno dei gruppi di compravendita di vinili su Facebook e proporre l’intero lotto.

Certo, dobbiamo avere un minimo di dimestichezza con i social e con la spedizione di dischi, cosa non sempre scontata (qui c’è un articolo con i problemi dei dischi che viaggiano per posta).

Per concludere: i vinili beni di rifugio… per la mente

Tirando le somme sarà molto improbabile che diventiate ricchi vendendo i dischi che avuto in eredità da vostro zio. Non è però impossibile.

Bisogna però ricordare che i vinili non sono quasi mai un bene di rifugio economico ma un bene di rifugio per la mente. La passione per i vinili ti porta ad ascoltare buona musica in un modo, per chi non l’ha mai provato, che ha del magico. Ti riporta ai valori e alle sensazioni di quando eri bambino ed è una vera e propria terapia contro la liquefazione del mondo moderno.

Se avete la fortuna di avere dei dischi in casa, quindi, piuttosto che venderli pensate anche alla possibilità di rispolverare un giradischi e di ascoltarli.

—–

In questo articolo abbiamo dovuto approssimare al une cose. Se volete sapere tutto. Ma proprio tutto sul mondo dei dischi in vinile, acquistate il libro Vinile istruzioni per l’uso, la guida più completa in italiano su questo mondo.

Print Friendly, PDF & Email

Dicci cosa ne pensi