Posts Tagged: Lou Reed

Lou Reed non è morto!

20867_h2048w2048gtOgni volta la stessa storia.

Non mi piace l’idea di avere un blog che sia un necrologio di vecchi leoni al tramonto, per cui quando muore un musicista (cosa che in questo momento sta capitando un paio di volte al mese), prima di farci un post mi chiedo sempre se è solo un modo di sfruttare il nome della buonanima per avere un paio di visite in più sul sito oppure se ne vale veramente la pena.

Poi muore Lou Reed.

Lou Reed No!

Lou Reed ha fatto alcuni fra i dischi che ho ascoltato di più in vita mia (non sto esagerando).

E non conta che è un cantante americano (con il tempo ho capito che la musica americana non mi piace).

E non conta il fatto che negli anni ’70 ha avuto un blocco creativo che si è portato avanti per quarant’anni.

Lou Reed è stato un grande, sempre!

Bando ai mortaccionismi tipici di questi momenti, questo post racconta le prime cose belle che mi sono venute in mente su un mito del secolo scorso, raccontate come se ieri non fosse successo niente.

—————————————————–

I geniali fallimenti di Lou Reed

Hudson River Wind Meditations Cover

No, tu non puoi morire perchè tu sei immortale

Lo dicevio io… Lou Reed infatti NON E’ MORTO!!

Album del 1972 – Quarant’anni e non sentirli

Happy birthday vinyl

Il post dedicato a Battiato terminava con una riflessione su quanto sia strana la logica dietro la celebrazione degli album che compiono gli anni che vorrei riprendere qui.
Se a qualcuno, infatti, viene riservato un pomposo cerimoniale che dura fino al piallamento totale degli attributi, per altri, magari altrettanto importanti, non c’è neanche il tempo di spendere due righe.

Loaded dei Velvet Underground (Cimeli dell’RSD 2012)

Velvet Underground Loaded, Lou Reed, vinyl colour, pink

Il Record Store Day quest’anno ha avuto due grandi meriti.