Le copertine degli album de Le Orme

copertine dischi le orme

E’ da un po’ di tempo che, senza dire niente a nessuno, sto sentendo e risentendo tutti gli album de Le Orme.

Su questo blog il gruppo veneto era già stato avvistato sulle sponde del Lago Maggiore ma all’epoca non mi ci sono fermato troppo. Qualche mese fa li ho riascoltati per caso nel bootleg Controcanzonissima dove suonano una versione strepitosa di Cemento Armato, che ricorda molto i Soft Machine del ’68, ed ho capito che era un gruppo che dovevo assolutamente approfondire.

E non mi sbagliavo.

Una cosa che mi ha sempre affascinato de Le Orme sono le copertine dei loro album, protagoniste dell’immaginario collettivo legato al Rock Progressivo Italiano. Ho pensato quindi di dedicare interamente un post a questo gruppo per parlare di un aspetto che ha contribuito non poco al successo del gruppo: per dirla all’inglese (che rende meglio) i loro Artwork.

Walter Mac Mazzieri

(sito ufficiale)

Pittore modenese nato nel 1947 che ha legato la sua fama indissolubilmente alle copertine degli album delle Orme e che, a sua volta, con i suoi dipinti onirici ed inconsci ha contribuito a tradurre in immagini la musica del gruppo veneto:

UOMO DI PEZZA (GARBO DI NEVE – 1972), olio su tela 50 x 100 cm.

Walter Mac Mazzieri - Uomo di Pezza (Garbo di neve, 1972)

Per la copertina dell’album Uomo di Pezza del 1972, Mazzieri realizza appositamente l’opera “Garbo di Neve” opera dai tratti surrealisti liberamente ispirata al testo del brano Gioco di Bimba, una delle hit contenute nell’album.

Mazzieri riprende alcuni temi cari ai pittori Surrealisti, o meglio ai nostri Metafisici, infarciti di classicità greca e latina, a cui aggiunge allusioni erotiche ed una serie di figure mostruose ed animalesche.

Questi “incubi” però non fanno paura, anzi. I tratti morbidi del disegno e le tonalità tenui danno un senso di disegni per bambini che trasmettono tranquillità.

STORIA O LEGGENDA (1977)

Walter Mac mazzieri - Storia o Leggenda - Full

Passano 5 anni e 4 album e per questo Storia o Leggenda, registrato a Parigi, le Orme utilizzano un’altra opera del pittore Mazzieri realizzata appositamente per l’album e senza un titolo specifico.

ANTOLOGIA 1970 – 1980 (LA PALLIDA REALTA’ DI STATUE GRECHE, 1970)

Walter Mac Mazzieri - Antologia (La pallida realtà di statue greche, 1970) - Front

Questa raccolta uscita nel 1993 solo su CD utilizza un olio su tela di Mazzieri dipinto nel 1970 dal titolo emblematico: La pallida realtà di statue greche

TONY PAGLIUCA – APRES MIDI (CANZONIERE NOTTURNO, 1992)

Walter Mac Mazzieri - Apres Midi - Pagluca (CANZONIERE NOTTURNO, 1992)

Ultima fatica del tastierista del gruppo Tony Pagliuca che ha reinterpretato i successi del gruppo al solo pianoforte. La copertina è tratta da un quadro di Mazzieri del 1992 dal titolo “Canzoniere Notturno”.

 


Paul Whitehead

In questo caso parliamo di un artista di fama internazionale. Paul Whitehead è il disegnatore, tra l’altro, delle copertine di Foxtrot e Nursery Crime dei Genesis, non so se mi spiego. Con le Orme ha collaborato diverse volte:

SMOGMAGICA (1975)

Paul Whitehead - Smogmagica fULLlow

Clicca per ingrandire e partecipa al gioco dell’estate: trova nella copertina i 4 componenti del gruppo

La prima copertina di Whitehead per le Orme è per questo album della “svolta” del gruppo. La parabola progressive si era chiusa con il precedente Contrappunti ed in questo album, dal titolo oscuro ma affascinante, come la sua copertina del resto, il gruppo ha una svolta Rock con (direi finalmente) un chirarrista di ruolo che trasforma il power trio in una band a 4.

L’impostazione di Whitehead è totalmente diversa da quella di Mazzieri; mentre quest’ultimo ambienta i suoi quadri in luoghi astratti, a prima vista le ambientazioni delle copertine di Whitehead sono verosimili: un panorama, una città, una strada… Ben presto però è chiaro che all’interno dell’ambientazione succedono cose che non è possibile trovare nella vera realtà. Astrazione. Puro stile Prog tradotto in immagini.

ELEMENTI (2001) e L’INFINITO (2004)

Altre due copertine successive a dire la verità non molto ispirate.

ALDO TAGLIAPIETRA – NELLA PIETRA E NEL VENTO (2012) e L’ANGELO RINCHIUSO (2013)

Paul Whitehead continua la sua collaborazione con il mondo delle Orme realizzando altre due copertine originali per altrettanti album solisti di Aldo Tagliapietra usciti negli anni 10 del 2000. Soprattutto nella prima (quella di Nella pietra e nel vento) Whitehead giocando con il significato del Cognome del cantante realizza la prova migliore di questo connubio artistico.

—–
Sia i dischi solisti di Tagliapietra che il precedente Apres Midi di Pagliuca come La Via della Seta, disco del 2011 uscito a nome “Le Orme” con il terzo perno del trio storico (Michi dei Rossi), dimostrano che, sebbene siano ormai dei signorotti che non hanno più nulla da sperimentare e sebbene siano completamente ignorati dal music business e costretti a registrare dischi con produzioni non impeccabili, i tre continuano a sfornare prodotti musicali di una certa qualità.

 


Altri artisti

Dietro ai concept grafici dei dischi del gruppo quasi sempre c’è Mario Convertino, il designer che sta alle Orme come lo Studio Hipgnosis sta ai Pink Floyd. Oltre ai due artisti citati, nel tempo diversi altri artisti realizzarono le copertine dei dischi del gruppo, tutti artisti contemporanei spesso sconosciuti alle masse, con risultati sempre di buon livello.

Questi sono solo alcuni:

LANFRANCO FRIGERI – FELONA E SORONA (1973)

Lanfranco Frigeri - Felona e Sorona

Non senza sorpresa, la copertina del loro capolavoro non fu disegnata dagli autori “classici” bensì da Lanfranco (così è noto nell’ambiente), uno dei padri del surrealismo italiano.

GIANCARLO BOSCHIN E LUCIANO TALLARINI – AD GLORIAM (1969)

Giancarlo Boschin e Luciano Tallarini - Ad Gloriam

Questo è il primo album in assoluto inciso da Le Orme ancora intriso, sia nella musica che nella copertina, della cultura psichedelica e beat. L’edizione originale in vinile viene valutata più di 1000 euro!

PAOLO PATELLI – CONTRAPPUNTI (1974)

Paolo Patelli - Contrappunti (contrappunti)

MAURIZIO PELLEGRIN – TERZO INCOMODO (1990 – Copertina dell’album chiamato semplicemente LE ORME)

Maurizio Pellegrin - Orme (Terzo Incomodo)

LUIGI VOLTOLINA – IL FIUME (1996)

Luigi Voltolina - Il Fiume

Ognuno di loro meriterebbe un post a parte.

Trovo che le loro opere siano un ottimo rimedio al grigio appiattimento quotidiano e se questo post è stato pubblicato quasi una settimana dopo la data prevista è stato proprio perché mi sono perso a sfogliare i siti degli artisti linkati sopra, magari con un disco de Le Orme in sottofondo.

Bellissima sensazione…

————–

Tanti occhi un solo sguardo. Una pagina Tumblr completamente dedicata al “look” de Le Orme.

Il resto del sito.

 

Print Friendly, PDF & Email

Dicci cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: