Posts By max60

I Marillion e la nascita del Neo-Prog

Gli anni ‘70 stavano per volgere al termine e con essi stava per terminare il periodo aureo del Prog.
Gli echi del punk e della New wave iniziavano a farsi sentire,
oscurando quella stagione magica farcita di folletti e di luoghi fatati e immaginari.
Le band storiche cercavano di trasformarsi e di restare al passo,
sfornando dischi non sempre all’altezza oppure producendo album di indubbio successo ma che fecero storcere il naso agli appassionati.

Cresciuti a pane e Progressive

L’uscita del libro Vinile Istruzioni per l’Uso mi ha permesso di allargare la cerchia degli appassionati con cui scambiare due chiacchiere. Ultimamente ho conosciuto Massimo Sega, in arte Max, un divoratore onnivoro di musica di Torino.

Recentemente Max mi ha inviato un testo che racconta cosa significava ascoltare la musica negli anni ’60 e ’70, un testo che ha il chiaro intento di far venire qualche luccicone agli occhi di chi, in quegli anni, ha vissuto di pane e progressive 🙂

Lo pubblico qui. Buona lettura [Anto Saluzzi]: