Posts Tagged: Musica Italiana

Fabrizio De Andrè – 5 rarità in Vinile

Rimini Fabrizio De Andrè rarità vinile

Quest’estate in occasione dei 40 anni dall’uscita dell’album Rimini di Fabrizio De André è stata pubblicata una nuova edizione in tiratura limitata in CD accompagnata da un libro di 80 pagine. La cosa che colpisce subito di questa edizione è la copertina, molto più bella di quella originale.

A pensarci bene, l’immaginario visuale di De Andre è abbastanza povero: il pezzo di casa di Creuza de Ma, un indiano, immagine familiare negli anni 60 e 70 ma che oggi non suscita nulla, una specie di pulcinella di bella fattura ma esteticamente bruttino dei Concerti, una lunga serie di immagini in primo piano o di tre quarti del nostro Fabrizio, anche queste spesso poco aggraziate, e poco altro.

Per rendere omaggio ad un cantautore che invece da un punto di vista musicale ha sfornato alcune tra le pagine più importanti della musica italiana, ho pensato di ravanare nella sua discografia alla ricerca di vinili perfetti da pubblicare e ne ho trovati almeno 5 con copertine molto belle e che (probabilmente) non hai mai visto.

Tesori del Collezionismo Vinilico Italiano – Parte Due

L’ARTICOLO INIZIA QUI

Adriano Celentano – Con Eraldo Volonté & His Rockers

valori dischi vinile

Artista: Adriano Celentano Con Eraldo Volonté & His Rockers – Titolo: Rip It Up / Jailhouse Rock / Tutti Frutti / Blueberry Hill – Tipo: EP – Anno: 1958 – Etichetta: Music – N. Catalogo: EPM 10123

Artista: Adriano Celentano Con Eraldo Volonté & His Rockers – Titolo: Tell Me That You Love Me / The Stroll / Man Smart / I Love You Baby – Tipo: EP – Anno: 1958 – Etichetta: Music – N. Catalogo: EPM 10132

Collezionismo vinilico: I dischi italiani che valgono una fortuna

Leggendo la guida Vinil Valore mi si è riaccesa la passione per la musica italiana e i suoi tesori in vinile.

Tutt’altro che di nicchia, il mercato di vinili del nostro paese ha una lunga storia alle spalle e molti album dal valore non indifferente.

I dischi che vengono venduti ai prezzi più alti riguardano gruppi Progressive anni 70 sconosciuti ai più o colonne sonore di altrettanti film oscuri, ma anche i cantanti o gruppi più conosciuti hanno le loro gemme discografiche che valgono centinaia, se non migliaia, di euro.

Questo post è dedicato ai dischi di artisti italiani molto famosi che valgono una fortuna.

Franco Battiato – Vento Caldo/Marciapiede

Foto presa da qui

Artista: Franco Battiato – Titolo: Vento Caldo / Marciapiede – Tipo: 45giri – Anno: 1971 – Etichetta: Philips – N. Catalogo: 6025 031 (Disco mai commercializzato)

RSD2015: Guida alle uscite PARTE 2

COLONNE SONORE – VINILI ITALIANI – REGGAE & JAMAICAN – JAZZY AND OLDIES

rsd 2015 aMBASSADOR

Come dicevo già nel PRIMO POST dedicato al Record Store Day, quest’anno l’elenco dei dischi in programma è così ampio da meritarsi più di un post.

Questa seconda parte della guida è a tema ed analizza le uscite preparate per l’occasione e dedicate alle Colonne Sonore di film, alla Musica Italiana, a quella proveniente dalla Giamaica, al Jazz e la musica “Oldies”.

Non mi perdo in chiacchiere ed subito con:

Il Buono, il Brutto e il Vinile

ovvero le colonne sonore in preparazione per il Record Store Day 2015:

Morricone - Il mio nome è nessuno

  • Ennio Morricone – Il mio nome è nessuno (LP Vinile Arancione, 500 copie)

Litfiba: Terremoto Tour

Tetralogia Live 2015

Dopo il successo di Trilogia 1983-1989 live 2013, l’album live dei Litfiba che documenta il mini tour dello scorso anno in cui il gruppo ha riproposto integralmente la Trilogia del Potere (vale a dire i primi tre album della Band, quelli degli anni ’80) Piero, Ghigo ed i Litfiba superstiti bissano l’esperimento ed il prossimo 15 gennaio 2015 proseguono la loro fase “revival” risuonando live la Tetralogia degli Elementi, ovvero i 4 album successivi, usciti negli anni ’90, ognuno dei quali dedicato ad uno dei quattro elementi che nel medioevo si ritenevano alla base del mondo fisico:

il Fuoco (El Diablo), la Terra (Terremoto), l’Aria (Spirito) e l’Acqua (Mondi Sommersi)

Assieme ai concerti (ancora in via di definizione) è stata già annunciata l’uscita di un cofanetto comprendente i quattro album ed un DVD speciale con video ed interviste del tour di Terremoto.

Non nascondo che sono curioso di vedere il DVD dato che quelli di Terremoto sono stati i MIEI Litfiba e quel tour non me lo sarei perso per niente al mondo:

Biglietto Litfiba Terremoto tour

Prete Liprando e il giudizio di Dio

Enzo Jannacci

“Landolfo, cronista del Millecento, ci ha tramandato uno dei fatti più importanti della storia del Comune di Milano: “La Cronaca del giudizio di Dio”, protagonista prete Liprando. Noi l’abbiamo musicata con un certo impegno e la dedichiamo a tutti quelli – e sono tanti – che pur essendo testimoni di fatti importantissimi e determinanti l’evoluzione della civiltà, neanche se ne accorgono!” (Enzo Jannacci e Dario Fo, 1965)

Musicisti nell’ombra: Gian Piero Reverberi

Gian Piero Reverberi for SHRCDalla ricerca sui King Crimson da cui è nato il post su Mel Collins ho imparato che esistono dei musicisti che hanno fatto la storia della musica pur restando lontani dalle luci della ribalta.

Da allora sono sempre molto attento quando mi ritrovo lo stesso nome in contesti diversi perchè musicisti di questo tipo, che potremmo definire “musicisti in ombra”, sono sempre in agguato.

E’ così che qualche tempo fa mi sono imbattuto in quello che ho scoperto essere il re dei “musicisti in ombra” della musica italiana: GIAN PIERO REVERBERI.

Vero e proprio creatore della musica leggera italiana, Reverberi ha collaborato con centinaia di artisti ed ha contribuito a scrivere, arrangiare o correggere un numero impressionante di album e di canzoni, anche molto famosi.

Non credo di esagerare dicendo che ciascuno di noi, a sua insaputa, almeno una volta nella vita ha cantato sotto la doccia una canzone in cui c’era lo zampino dell’autore genovese.

Non ci credete?

Leggete questo post!

L’insolita anomalia di Rino Gaetano

Aida Rino Gaetano Copertina

Rispetto alla sua fama, il numero di dischi in circolazione di Rino Gaetano è insolitamente basso.

I suoi album ufficiali (6) sono usciti inizialmente in vinile ed hanno avuto una sola ristampa povera in CD negli anni 90. Solo uno (E io ci sto) è uscito anche su cassetta. Per gli altri nessuna nuova edizione o ristampa.

Proprio per questo motivo, qualsiasi collezionista sa bene che è praticamente impossibile trovare un LP qualsiasi di Rino Gaetano a meno di 60 – 70 euro, incluse le raccolte di Lineatre.

Essere riusciti a prendere Aida a € 35,49 è quindi un ottimo motivo per farci un post di gioia planetaria.

AIDA di Rino Gaetano:

Le copertine di dischi dei Maestri del Fumetto

3-01-ita-covcomics

ovvero Ma il Fumetto è Vintage?

Dopo quello sugli anni ’80, un’altro dubbio amletico mi assale:

E’ una mia impressione o sulla scia del ritorno al vinile stanno tornando di moda anche i fumetti?

Le copertine degli album de Le Orme

copertine dischi le orme

E’ da un po’ di tempo che, senza dire niente a nessuno, sto sentendo e risentendo tutti gli album de Le Orme.

Su questo blog il gruppo veneto era già stato avvistato sulle sponde del Lago Maggiore ma all’epoca non mi ci sono fermato troppo. Qualche mese fa li ho riascoltati per caso nel bootleg Controcanzonissima dove suonano una versione strepitosa di Cemento Armato, che ricorda molto i Soft Machine del ’68, ed ho capito che era un gruppo che dovevo assolutamente approfondire.

E non mi sbagliavo.

Una cosa che mi ha sempre affascinato de Le Orme sono le copertine dei loro album, protagoniste dell’immaginario collettivo legato al Rock Progressivo Italiano. Ho pensato quindi di dedicare interamente un post a questo gruppo per parlare di un aspetto che ha contribuito non poco al successo del gruppo: per dirla all’inglese (che rende meglio) i loro Artwork.